News

Coronavirus, le difficoltà del terzo settore: 'Lanza del Vasto' ha chiesto la cassa integrazione per 100 dipendenti su 450

L'intervista del Presidente Rosario Giuliano a Primocanale


Scopri di più

L&G: Chi ha paura del CoronaVirus, part IV - Psicologia

Nuovo appuntamento del programma radiofonico Ladies&Gentleman di Radio Skylab sul tema Coronavirus, dove sono intervenuti il nostro Presidente Rosario Giuliano ed il dott. Velio Degola.


Scopri di più

Emergenza COVID-19 #impresesocialiconvoi

 

Un'importante comunicazione del CdA che martedì 24 marzo si è riunito a Villa Ronco.

Il nostro lavoro è prezioso e non deve essere dimenticato. #impresesocialiconvoi


Scopri di più

Progetto “Connected - Tutti Nella Stessa Rete”

Questo progetto del centro di aggregazione La Locomotiva della Coop. Soc. Lanza del Vasto nasce dall’esigenza di mantenere vitale l’attività educativa del nostro centro, a sostegno dei minori e delle famiglie in questo periodo di grande difficoltà.

Anche su Il Secolo XIX di martedì 17 marzo hanno parlato di noi!


Scopri di più

Lello il Virusello

In questo periodo di difficoltà e preoccupazione, Lanza del Vasto continua a dare il suo contributo.

Per rimanere comunque connesse e vicine ai bambini che aiutiamo a crescere, le nostre educatrici hanno scritto e disegnato una piccola fiaba che vogliamo condividere con tutti voi.


Scopri di più

"Ritrovare il senso di lavorare nel sociale"

"Se l’economia sociale diventa un modo per rispondere con la stessa cultura d’impresa a bisogni diversi, la sfida è già persa. Il modello anglosassone che dice business is business non può passare. Ma quest’idea sta passando, anche in Italia: ecco il problema". L'intervento dell'economista Luigino Bruni che trovate, insieme a tanti altri, anche sul numero del magazine di novembre intitolato "Serve ancora il Terzo settore?"


Scopri di più

"Trasformare i confini in soglie"


 

Lanza del Vasto rientra nel nuovo Bando InTreCCCi, proponendo di supportare iniziative a sostegno della domiciliarità nei territori della Val Bormida.

Il bando mira a sostenere la domiciliarità puntando su elementi di valore specifici, quali l’adozione di una prospettiva di comunità, un approccio focalizzato sulla persona, l’integrazione degli interventi

La concezione di domiciliarità promossa si focalizza sul concetto di qualità della vita, nella cui definizione giocano un ruolo cruciale la qualità delle relazioni e dell’abitare sociale, considerati elemento centrale per la persona con bisogni di cura, il caregiver, la famiglia e le reti informali di supporto.


Scopri di più